fbpx

Endodonzia conservativa

Richiedi un
preventivo gratuito

Con il termine Endodonzia si intende quella branca dell’odontoiatria che si occupa della terapia dell’endodonto, ovvero lo spazio all’interno dell’elemento dentario (dente).

Quando occorre devitalizzare un dente?

Si ricorre alla terapia endodontica qualora una lesione (cariosa, traumatica) determini una alterazione irreversibile del tessuto pulpare, fino alla necrosi stessa.

È possibile inoltre ricorrere a questa metodica qualora l’elemento dentario debba essere coinvolto in riabilitazioni protesiche che, a causa della notevole riduzione di tessuto dentale stesso, determinerebbero un’alterazione pulpare irreversibile.

La terapia endodontica è composta da diverse fasi:

    • accesso alla camera pulpare
    • detersione e sagomatura dell’endodonto
    • sigillatura
    • chiusura dell’accesso endodontico

Come mi accorgo del problema?

Il dolore pulpare più caratteristico, che può essere intenso fino a turbare il sonno, è spontaneo, intermittente o continuo, per lo più pulsante, esacerbato dal freddo, caldo, accentuato dalla posizione supina, generalmente diffuso e difficilmente localizzabile.

Inoltre può essere irradiato ai denti vicini o quelli dell’arcata opponente. Qualora la polpa vada in contro a necrosi, il dente sarà asintomatico non rispondendo ai test di vitalità, ma il dolore potrebbe spostarsi all’apice del dente che risulterà dolente alla percussione dell’elemento dentario, durante la masticazione o addirittura solo sfiorando con la lingua. A volte il dente interessato può apparire di coloe più scuro rispetto agli altri elementi dentari.

Una pulpite non trattata può evolvere verso una delle seguenti possibilità:

    • ascesso spesso accompagnato da febbre,che puòdrenare pus tramite fistole mucose o cutanee.
    • granuloma quando il processo cronicizza in una sorta di equilibrio tra il fronte batterico e la zona infiammatoria.
    • cisti che si sviluppano nella compagine ossea.

Come mi accorgo di essermi sottoposto ad una corretta terapia canalare?

Una terapia canalare è correttamente eseguita quando vengono seguiti i protocolli terapeutici stilati dai numerosi studi scientifici. Un dente va deterso, disinfettato ,sagomato e riempito in tutti i suoi canali; da qui l’importanza di poter ricorrere al microscopio operatorio per reperire canali nascosti, calcificanti.

Ogni canale va riempito con materiale compatto fino ad arrivare in prossimità dell’apice. È fondamentale che le zone apicali dei canali sia perfettamente sigillate, onde evitare una ricontaminazione batterica. È imprescindibile l’isolamento del dente mediante diga di gomma durante tutto il trattamento, al fine di proteggere il sistema canalare dai batteri contenuti nella saliva.

Per la sua corretta realizzazione nella Struttura Sanitaria Equipe Dentale Centro Odontoiatrico si avvale dell’impiego di:

    • diga di gomma: a garanzia dell’asepsi del campo operatorio
    • caschetto ingranditore
    • localizzatore apicale
    • strumenti al nichel-titanio
    • SistemB
    • obtura

Contattaci

CORSO ITALIA 236, Arezzo (AR)

+39 0575 1822341

posta@centroequipedentale.it